Stretta su vaping e aromi anche in Lituania?

2020-10-16T11:15:23+02:00 Ottobre 16th, 2020|Autorità, Mondo, Normative|0 Commenti
Reading Time: < 1 min

In Lituania flavor ban e regolamentazione degli zero potrebbero essere operativi da fine 2021.

Analogamente a quanto accade nelle altre Repubbliche baltiche e in altre parti del mondo con i divieti d’uso di aromi nel vaping, anche in Lituania compare all’orizzonte una possibile stretta: il Parlamento sta infatti discutendo delle modifiche alla legge sul tabacco che vieterebbero l’uso di aromi diversi dai tabaccosi e porrebbero anche i liquidi senza nicotina sotto TPD.

Risale a metà Maggio una prima proposta per vietare, a partire dal 1 Novembre 2021,  l’immissione sul mercato di sigarette elettroniche con liquidi contenenti nicotina con “aromi diversi dall’odore e / o dal gusto del tabacco”.
Gli emendamenti proposti mirerebbero a rendere le sigarette elettroniche meno richieste, soprattutto tra i minori, per i quali i prodotti aromatizzati potrebbero essere particolarmente attraenti.

Nel mese di Settembre, viene proposto di estendere tale divieto ai liquidi senza nicotina; tale proposta viene giustificata con il timore che i consumatori possano miscelare liquidi con nicotina neutri o aromatizzati al tabacco con basi senza nicotina aromatizzate.

L’Autorità competente ci ha confermato che è stata sottoposta alla Commissione Europea una bozza della ‘Legge sul tabacco, i prodotti del tabacco e i prodotti correlati’ con la proposta di applicare ai liquidi senza nicotina la stessa regolamentazione dei prodotti per sigaretta elettronica con nicotina. Non sono ancora disponibili i dettagli: resta con noi per essere aggiornato su tutti gli sviluppi!