Gli scambi commerciali col Regno Unito dal 1° Gennaio 2021

2021-02-12T12:55:35+00:00 febbraio 5th, 2021|News, Normative|0 Commenti
Reading Time: 2 mins

Dal 1 gennaio 2021 il Regno Unito non è più parte del mercato unico e ha lasciato l’unione doganale e le politiche dell’Unione europea.

Abbiamo già descritto qui le principali variazioni per la regolamentazione del settore del vaping. Vogliamo introdurre ora degli importanti aggiornamenti riguardanti gli scambi commerciali.

Il 24 dicembre 2020 è stato raggiunto un “agreement in principle” con il Regno Unito, che definisce la cooperazione UE-UK dal 1° gennaio 2021. Regolamenta un’ampia serie di settori di interesse strategico, tra cui gli scambi commerciali tra Regno Unito e i Paesi dell’Unione europea, prevedendo l’assenza di dazi e contingenti per le merci conformi alle opportune regole in materia di origine.

L’accordo consente alle imprese di dichiarare l’origine delle merci e prevede che le imprese possono tenere conto non solo dei materiali originari utilizzati, ma anche se la lavorazione sostanziale è avvenuta nel Regno Unito o nell’Unione Europea.

L’attestazione di origine può essere resa dall’esportatore, responsabile della correttezza dell’attestazione di origine e delle informazioni fornite, su una fattura o su qualsiasi altro documento che descriva il prodotto originario in modo sufficientemente dettagliato da consentirne l’identificazione;
è valida per 12 mesi dalla data in cui viene rilasciata e può applicarsi a un’unica spedizione di uno o più prodotti importati o a spedizioni multiple di prodotti identici importati entro il periodo specificato nell’attestazione di origine, che non deve superare i 12 mesi.
La dichiarazione prevista dall’accordo può essere resa nelle lingue di tutti i Paesi dell’UE.

Resta fermo l’obbligo di assolvere le procedure doganali, benché facilitate dall’accordo.

Contattaci per una guida alla vendita dei tuoi prodotti in UK!